MEMORIA DEL TEMPO PRESENTE      
EFFETTO PANICALE    
   

Da più di dieci anni Gli Omini costruiscono i loro spettacoli con le parole della gente che incontrano per strada. Arrivano in un posto, lo vivono, lo ascoltano. Come piccoli esploratori folli si lanciano alla ricerca dell’umano, registrando conversazioni con gli abitanti e i passanti, indagando il quotidiano per rendere memoria il tempo presente. Con le parole e le sensazioni raccolte, scrivono e mettono in scena uno spettacolo che vive solo una volta, solo in quel posto.
Questa volta tocca a Panicale.
Gli Omini staranno una settimana in paese, frequentando bar e chiese, strade e case, cercheranno di conoscere più gente possibile. Saranno come spugne, pronti ad assorbire gli umori e le parole, gli sfoghi e i desideri dei panicalesi, per restituire uno spettacolo su Panicale, per Panicale. L’istantanea di un istante. 

   

di e con Francesco Rotelli, Giulia e Luca Zacchini

 
   
     
       
Mený
     privacy   Amministrazione trasparente  p.i. 01549600474